KFConsole: la console targata KFC che scalda anche il pollo!

37
KFConsole

Quello che era nato come uno scherzo sul web, come un meme insomma, è divenuto realtà. KFC (Kentucky Fried Chicken), la nota catena di fast-food specializzata in pollo fritto, ha annunciato la creazione di una console alquanto particolare.

Stiamo parlando infatti di una console next-gen dotata di scomparto per tenere al caldo il pollo fritto (ovviamente a marchio KFC!). Realizzata in collaborazione con Cooler Master e ASUS, la singolare console prende il nome di “KFConsole“. 

KFConsole: caratteristiche tecniche

Nonostante suoni come uno scherzo, l’azienda pare seriamente intenzionata a commercializzare un prodotto davvero “all’avanguardia”.

Stando alle prime informazioni, il case che ospita i componenti della console sarebbe un modello custom di Cooler Master NC110. Il cuore dell’intera piattaforma sarebbe un Intel Nuc 9 CPU, affiancato (probabilmente) da una GPU Nvidia GeForce RTX. Inoltre, per quanto riguarda la memoria di archiviazione, si parla di un hard disk Seagate BarraCuda SSD da 1 TB.

Non ci sono, al momento, informazioni riguardo la memoria RAM, la Scheda Madre e altri componenti essenziali.

Una console che…tiene in caldo il pollo!

Punto forte e caratteristica principale di questa console è uno scomparto per tenere al caldo il pollo. Si, avete letto bene: questa console vi permetterà di tenere caldo il pollo fritto durante le vostre sessioni di gioco.

Nello chassis è infatti integrata la cosiddetta “Chicken Chamber”, una slitta a scorrimento che ricorda il cassetto di un mobile, nel quale si possono riporre le alette di pollo fritte. Il tutto è basato sulla generazione di calore tipica di un PC da gaming moderno. Tale calore, infatti, prima di essere espulso all’esterno del case contribuisce a riscaldare la Chicken Chamber.

Al momento non si hanno notizie riguardo una data di commercializzazione vera e propria o di un prezzo di lancio. Siamo certi però che, complice la spinta positiva proveniente dal mondo di internet e dei social, la commercializzazione effettiva di questa particolare console potrebbe non essere così lontana.