Apple Card – La nuova carta di credito targata Apple

274

Apple Card, la carta di credito di Apple, che opera su circuito MasterCard e realizzata da Apple in partnership con Goldman Sachs, è finalmente arrivata.

La carta, presentata durante il keynote del 25 marzo 2019, è stata rilasciata ai primi utenti americani che ne hanno fatto richiesta, ed entro la fine dell’estate sarà disponibile per tutti. 

 

La Apple Card sarà disponibile su tutti i dispositivi iOS nell’app Wallet e consentirà di monitorare le spese, mostrando l’elenco dei negozi e degli e-store dove abbiamo fatto shopping, i dettagli sui pagamenti e l’estratto conto del mese, e offrirà cashback.         

Le features di Wallet sono pensate per aiutare gli utenti a ripagare qualsiasi debito della carta prima che diventi un problema, insieme alla possibilità di impostare notifiche e avvisi in caso di spese fuori dal normale.

Apple Card: come funziona?

Per aprire un conto con Apple basterà iscriversi al servizio su Apple Wallet. Apple fornirà quindi una carta virtuale, permettendo di ordinare gratuitamente anche la carta fisica in titanio.
Per pagare con Apple Card bisognerà autenticarsi con TouchID o FaceID.
La Apple Card, a differenza di altre carte, avrà inciso (a laser) solo il logo Apple e nome e cognome del possessore. Niente numero di carta, CVV o firma, per aumentare il grado di sicurezza. Queste informazioni saranno reperibili nell’app Wallet.

Apple garantisce anche un altro tipo di privacy: la società non potrà vedere in cosa si sono spesi i soldi poiché tutte le elaborazioni avverranno su dispositivo e non sui server Apple. Promette anche di non vendere a terzi i nostri dati e le nostre informazioni.

Funzioni e caratteristiche

Con Apple Card è possibile vedere quanto stiamo spendendo e in cosa (le spese sono suddivise per settimane, mesi e categorie). Individuando le tendenze di spesa si può decidere di modificarle e risparmiare il mese successivo.                                          Un’altra funzione molto utile è l’utilizzo di Mappe per mostrare i luoghi in cui si è fatto acquisti. 

Importate sottolineare però che la carta in titanio non è contactless, per cui per pagare o effettuare operazioni con la carta fisica servirà l’iPhone. Un altro limite è l’impossibilità di utilizzare carte diverse collegate a un solo conto bancario: ogni utente possiede solo un account e una carta personale.

Quanto costa

Apple Card non ha commissioni e la carta fisica è gratuita. Non è presente alcun canone, annuale o mensile, e nessun costo nascosto.

Ogni volta che usa Apple Card, l’utente riceve un cashback accreditato all’istante che può utilizzare per ulteriori acquisti.

Le quote di cashback sono le seguenti:

  • 1% per gli acquisti effettuati con carta fisica
  • 2% se si utilizza Apple Pay per gli acquisti
  • 3% se utilizzata per pagare servizi e prodotti Apple

Apple Card quando esce in Italia?

Attualmente Apple Card è disponibile solo negli Stati Uniti e non sappiamo se e quando il servizio verrà esteso ad altri Paesi. Per adesso Apple non si è sbilanciata sul rilascio in altri mercati, ma non è difficile credere che Apple Card uscirà anche fuori dai confini USA.